NOVEMBRE

CICATRICI DI INVERNI PASSATI SULLE LABBRA

MAGLIONI CONSUMATI DALLA POLVERE E DAL VENTO

SEDUTO CON UN CALICE D'ORO SU UN FOGLIO BIANCO

DISTESO QUI A SCRIVERE E SCRIVERE

LACRIME BRUCIATE DI PAROLE INDESIDERATE

TUTTO CIÆÒ CHE NON VOLEVO ANDASSE VIA

ANDRÀ VIA

E TI RICORDI QUANDO TI  PROMISI OGNI COSA

CON LA CHITARRA IN MANO   E MIGLIAIA DI PAROLE

CHE TU ASSECONDASTI IN UN BATTITO DI MANI?

E NON TI SVEGLIAI

E NON TI SVEGLIAI

BATTITI DI ALI CHIUSE IN UN PUGNO DI CENERE

ARIA CONGELATA AD UN BATTITO DI CIGLIA

PENSARE O NON PENSARE PER NON SOGNARE MAI PIÙ

SEDUTO QUI A SCRIVERE E SCRIVERE

LACRIME BRUCIATE DI SOGNI INDESIDERATI

TUTTO CIÆÒ  CHE NON VOLEVO CHE VOLASSE VIA

VOLERÀ  VIA

E TI RICORDI QUANDO TI  PROMISI OGNI COSA

CON LA CHITARRA IN MANO   E MIGLIAIA DI PAROLE

CHE TU ASSECONDASTI IN UN BATTITO DI MANI?

NON SVEGLIARTI

IO DORMIRÒ VICINO A TE E TI PROTEGGERÒ

NON SVEGLIARTI

IO DORMIRÒ VICINO A TE E TI PROTEGGERÒ

NON SVEGLIARTI

IO DORMIRÒ VICINO A TE E TI PROTEGGERÒ

NON SVEGLIARTI

IO DORMIRÒ VICINO A TE

TI PROTEGGERÒ

TI PROTEGGERÒ

TI PROTEGGERÒ

TI PROTEGGERÒ

vm_logo_white.png