Lilla

LXXXVI-2019

SVEGLIARSI LA MATTINA

STRINGERTI LE MANI

FARTI colazione

poi sempre a far l'amore

guardare la tv

ridere di un film

vederti poi fumare

e farmi arrabbiare

vivere con te

bere e poi ballare

sempre a sognare

scrivere e cantare

londra e Parigi

Vienna e Milano

«scriviamo una canzone?»

e «come la chiamiamo?»

e come un angelo ti ho vista andare via

salire su quel treno e poi volare via

guardare il mondo intero dalle nuvole del cielo che non rivedrÒ

io non ti rivedrÒ

mai nessuno  come te mi rifarÀ

imparare a sognare e mi potrÀ

far vedere neve quando fuori piove e niente piÙ si muoverÀ

io non ti rivedrÒ piÙ

prendere  l'aereo

perdersi per strade

buie e colorate

vedere sempre il mare

sopra la collina

una casa tutta lilla

soli io e te

per sempre sempre soli

e come un angelo ti ho vista andare via

salire su quel treno e poi volare via

guardare il mondo intero dalle nuvole del cielo che non rivedrÒ

io non ti rivedrÒ

mai nessuno  come te mi rifarÀ

imparare a sognare e mi potrÀ

far vedere neve quando fuori piove e niente piÙ si muoverÀ

io non ti rivedrÒ piÙ

e scriverÒ questa canzone su quel tuo diario

che mi regalasti il giorno del mio compleanno

e spero tu potrai ascoltarla ovunque tu sarai

fai buon viaggio

amore mio

fai buon viaggio

buon viaggio

amore mio

fai buon viaggio

buon viaggio

amore mio

vm_logo_black.png