LE LUCI DELLA STRADA

IX-2015

sono fermo qui alla fermata della metro

seduto con una bottiglia vuota

passo il tempo a non scrivere nulla

guardo le insegne pubblicitarie appese ai muri

poster e festival, mai un consiglio utile

voglio andarmene via di qua

ma rimango

come se tutto quello che passiamo

rimanesse sotto l' albero delle storie del passato

e come rami intrecciati il vento copre le tue mani

le stringo e le scaldo, sembra di essere bambino

ed io continuo a sognare come un bimbo appena nato

e ti guardo come guardo la neve piovere dal cielo

per una sola volta sotto le luci della strada

sento il rumore dolce delle tue parole

ho saputo coglierti e tenerti nella mano

sembravi così fragile, invece così bella

scrivevo e scrivevo parole senza senso

tu sei la lacrima che indosso ogni sabato mattina

pensare o non pensare come la voglia di sognare

riempire queste pagine con i nostri sogni

davanti a te un mondo sottosopra

come se tutto quello che passiamo

rimanesse sotto l' albero delle storie del passato

e come rami intrecciati il vento copre le tue mani

le stringo e le scaldo, sembra di essere bambino

ed io continuo a sognare come un bimbo appena nato

e ti guardo come guardo la neve piovere dal cielo

per una sola volta sotto le luci della strada

sento il rumore dolce delle tue parole

e se poi

tutto scomparisse

in un sogno di carta?

e se poi

la nostra storia

venisse disegnata

in un sogno di carta?

come se tutto quello che passiamo

rimanesse sotto l' albero delle storie del passato

e come rami intrecciati il vento copre le tue mani

le stringo e le scaldo, sembra di essere bambino

ed io continuo a sognare come un bimbo appena nato

e ti guardo come guardo la neve piovere dal cielo

per una sola volta sotto le luci della strada

sento il rumore dolce delle tue parole

vm_logo_black.png