Il Cielo di New York

LXXXI-2019

ti cerco e non ti trovo dove vedo il mare diventare neve

e non ti va di dirmi dove sei andata, non mi va di stare qui

ad aspettare solo

ti cerco in ogni notte con la luna piena

in sogni così bianchi da sembrare carta

la uso quando scrivo per dirti quante volte ti vorrei

quante volte ti vorrei, quante volte ti vorrei

da sola qui con me con i vestiti ancora a terra

ora lascia che ti incontri ancora in questo sogno

così bello

dimmi dove sei e non ti cerco più

dimmi dove sei e non ti cerco più

ho nascosto il mondo in tasca qui per te

e non lo sai

non lo sai

mai

e non lo sai

mai

ricordo quella volta che ti dissi «io ti amo come non ho fatto mai»

senza mai aver paura che le stelle potessero caderci addosso

amore ti prego stai qui con me a parlare di nulla ed ogni cosa

vorrei solamente dirti quante volte ti vorrei

quante volte ti vorrei, quante volte ti vorrei

da sola qui con me con i vestiti ancora a terra

lascia che ti incontri ancora in questo sogno

così bello

dimmi dove sei e non ti cerco più

dimmi dove sei e non ti cerco più

ho nascosto il mondo in tasca qui per te

e non lo sai

non lo sai

mai

e non lo sai

mai

e non lo sai, mai

oh oh oh, oh oh oh (mai) oh oh oh oh

e non lo sai, mai

oh oh oh, oh oh oh (mai) oh oh oh oh

e non lo sai, mai

oh oh oh, oh oh oh (mai) oh oh oh oh

E non lo sai

mi è sembrato di vederti sopra il cielo di new york

a guardare il mondo e quanto è piccolo

con i sogni così grandi fra le dita delle mani

con il cuore controluce dimmi dove sei

dimmi dove sei

dimmi dove sei

dimmi dove sei

dimmi dove sei e non ti cerco più

vm_logo_black.png